Vai al contenuto
Home » “Storie di Mare”. San Cassiano riflette sul patrimonio sommerso e costiero del Salento

“Storie di Mare”. San Cassiano riflette sul patrimonio sommerso e costiero del Salento

Tra i tanti nomi che hanno esposto durante la mostra fotografica subacquea c’è stato anche quello di Fabrizio Delli Conti, fotografo professionista taurisanese.

#adv

Fabrizio Delli Conti

L’esposizione ha avuto luogo nell’Atrio del Palazzo Comunale di San Cassiano dal 18 al 20 Agosto 2022, ed è stata preceduta nella serata precedente da un dibattito che ha posto l’attenzione sul rispetto dell’ambiente marino come importante risorsa e sulla necessità di diffondere un’educazione di valorizzazione del patrimonio sommerso.

In questo incontro del 17 Agosto, organizzato dall’Amministrazione Comunale sancassianese, hanno preso parte il Dott. Angelo Cossa, Archeologo subacqueo specializzato in Archeologia Classica presso la scuola di specializzazione “Dino Adamesteanu” dell’Università del Salento. Nella sua relazione, quest’ultimo ha fatto riflettere con un ricco e dettagliato intervento sulla ricchezza del patrimonio sommerso e costiero del Salento. Prima del dott. Cossa, sono state spiegate le tecniche di immersione e il percorso per acquisire il brevetto da sub da Angelo Coluccia, istruttore subacqueo NADD/CMASS/HSA e altro importante ospite della serata inaugurale.

da sinistra: Fabrizio Delli Conti, Pierpaolo Leuzzi e la Consigliera Arianna Rizzo

“Tenevamo fortemente a manifestare il nostro interesse nei confronti del nostro mare. In qualità di “vicini di casa”, abbiamo il dovere e la responsabilità di occuparci dello stato di salute dei nostri mari, da considerare una risorsa fondamentale: in primis per il commercio e ora per il turismo e la pesca. Ogni anno il Salento attira migliaia di visitatori, molti dei quali attratti soprattutto dalla bellezza dei nostri mari.” ha dichiarato la Dott.ssa Arianna Rizzo, Consigliere Comunale di San Cassiano con delega alle Politiche per la promozione turistica e marketing territoriale, che assieme a tutta l’Amministrazione Comunale ha organizzato l’evento.

Importante è stato, inoltre, il contributo dell’Associazione “Magna Grecia Mare”, impegnata in numerosi progetti in ambito culturale, sociale, sportivo e rivolti ad un vasto pubblico fatto di appassionati, di curiosi, di turisti, con l’intento di condividere con loro il nostro grande amore per il mare. Cuore pulsante dell’Associazione è il Centro Culturale Permanente sulle Antiche Tradizioni Marinaresche, sede di tutte le attività inerenti alle iniziative culturali, i convegni, i seminari, i corsi, gli studi e la bibliomediateca.

Fabrizio Delli Conti e l’Assessore del Comune di Taurisano Quintino Rizzello

Dopo questo momento di scambio di idee, come abbiamo precedentemente detto, è stata inaugurata la mostra fotografica subacquea di Fabrizio Delli Conti e Pierpaolo Leuzzi, visitabile anche nei giorni successivi, fino al 20 Agosto scorso.

Fabrizio Delli Conti, residente a Taurisano, sin da piccolo è appassionato della fotografia ed è sempre stato incuriosito dalla natura, dalle sue forme e colori. Ha svolto sempre sport legati all’aria aperta e individuali e nel 2016 si avvicina al mare in modo più professionale. Già dalle prime immersioni fu colpito da quel mondo parallelo pieno di vita, colori e forme che non era abituato a vedere: da quel momento ha coniugato la sua passione primaria, la fotografia, al nuovo mondo delle immersioni.

Fabrizio Delli Conti e il Dott. Angelo Cossa

Pierpaolo Leuzzi ha 26 anni ed è di Nardò. Le sue passioni più grandi sono la fotografia e la subacquea: unendole ha trovato la sua formula perfetta. Ha iniziato le sue prime immersioni subacquee quando aveva appena quattordici anni, spinto dall’immenso amore verso il mare e la voglia di scoprire la grande bellezza che caratterizza i suoi fondali. È specializzato nella macrofotografia, che ritiene da sempre la tecnica migliore di vedere il mondo subacqueo. Attraverso i suoi scatti punta a sensibilizzare lo spettatore al rispetto del mare, sempre più colpito dalle razze antropiche.

Nella stessa serata, all’interno, gli spettatori hanno continuato il loro viaggio nel mondo marino con l’ esposizione di dipinto materico dal titolo “ Fossil” a cura di Fiorella De Iaco, un’amante dell’arte e della pittura in particolare, appassionata di mare, tanto da far riemergere nei suoi dipinti vecchie impronte di un mondo ancora nascosto.

Seguici
#adv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.