Vai al contenuto
Home » Questione “TARI”. L’analisi di Taurisano.online

Questione “TARI”. L’analisi di Taurisano.online

Come promesso ai nostri lettori, torniamo con un approfondimento sulla questione TARI, argomento centrale dell’ultimo Consiglio Comunale di Sabato 30 Aprile 2022 (cfr. odg “APPROVAZIONE DELLE TARIFFE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) DA APPLICARE PER L’ANNO 2022).

#adv

Il Consiglio Comunale del 30 Aprile 2022

Premessa al tutto è il Piano Economico Finanziario relativo al servizio di gestione dei rifiuti urbani. Questo Piano viene redatto in conformità agli obblighi stabiliti dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti ed Ambiente (ARERA) la quale definisce i criteri di calcolo e di riconoscimento dei costi efficienti di esercizio e di investimento.

Qui dobbiamo fare una piccola precisazione, prima di poter continuare la nostra analisi. Negli anni precedenti, per svariati motivi, il PEF non è stato presentato o molto spesso non lo è stato presentato per tempo. Seppur l’Assessore all’Ambiente aveva ammesso in Consiglio la probabilità che per questo vengano erogate delle sanzioni, avendole ricevute anche gli altri Comuni limitrofi, ad oggi non ci sono certezze in questo senso.

Nello specifico, quest’ultimo viene presentato “grezzo” dal Comune all’Agenzia, come ha spiegato in sede di Consiglio Comunale sempre l’Assessore Francesco Damiano: “viene presentato in base ai dati consuntivi che si sono verificati anche secondo quanto ha bollettinato il Comune, a quanto è costato il servizio in base alle fatture che il Comune ha ricevuto dall’Ente gestore negli anni precedenti”. Ad AGER arriva anche il Piano Economico Finanziario formulato dall’Ente gestore (nel nostro caso “AXA Green Company”), e successivamente l’Agenzia regionale valida il Piano definitivo, incrociando tutti questi dati, valutazioni ed analisi consuntive per dichiarare la totale validità del documento contabile che stabilisce i costi in capo ad ogni cittadino per il servizio di igiene urbana.

L’assessore all’Ambiente Francesco Damiano

Quest’anno il Piano Economico Finanziario del nostro Comune è di €1.513.309,00 e rispetto al Piano precedente, che complessivamente ammontava a €1.410.000,00, ha un amento del costo del servizio del 7%.

Volendo analizzare i motivi di questo aumento, ne troviamo principalmente due: l’incremento dei costi di smaltimento dei rifiuti e quello dei costi di trasporto in discarica. Per una maggiore comprensione dei nostri lettori cercheremo di rendere il tutto ancora più comprensibile analizzando queste cause con l’ausilio di un elenco puntato:

  • COSTI DI TRASPORTO DEI RIFIUTI

Come è facilmente comprensibile e sotto gli occhi di ogni singolo cittadino, l’aumento dei vari costi è dovuto per ovvie ragioni. A questo deve far fronte, come ogni singola persona, anche il Comune, prevedendo un amento delle spese di trasporto rispetto agli anni precedenti.

  • COSTI DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI

“Ci sono una serie di impianti dove il nostro Comune porta i rifiuti per lo smaltimento e le tariffe che ci applicheranno per il 2022 sono differenti rispetto a quelle degli anni precedenti” ha dichiarato l’Assessore Francesco Damiano in sede di Consiglio Comunale.

Attualmente il Comune di Taurisano conferisce la frazione indifferenziata presso gli stabilimenti:

  1. IMPIANTO DI TRATTAMENTO MECCANICO BIOLOGICO gestito da PROGETTO AMBIENTE – BACINO LECCE TRE ad Ugento;
  2. IMPIANTO DI INCENERIMENTO senza RECUPERO DI ENERGIA gestito da PROGETTO AMBIENTE e PROVINCIA DI LECCE a Cavallino;
  3. IMPIANTO DI DISCARICA gestito da MANDURIAMBIENTE Spa a Manduria.

La frazione organica è conferita, invece, presso lo stabilimento:

  1. IMPIANTO DI TRATTAMENTO FORSU a Manduria.

 

Bisogna, inoltre, aggiungere che ben presto l’impianto di Ugento verrà depennato dalla lista che sopra abbiamo fatto, in quanto a breve chiuderà. Conferma, quest’ultima, che è giunta sempre in Consiglio il 30 Aprile dall’Assessore all’Ambiente: “come sapete l’impianto di Ugento è arrivato ad esaurimento e chiuderà completamente a breve; quindi, abbiamo dovuto prevedere maggiori costi per il trasporto dei rifiuti a Manduria, dovendo optare necessariamente per quell’impianto”.

Da contrasto a questi incrementi e costi c’è una buona notizia. Al nostro Comune non verrà applicata l’ecotassa, in quanto l’aumento della raccolta differenziata nel 2021 a Taurisano del 65%, dovuta anche dall’introduzione della raccolta dei rifiuti organici sempre nello stesso anno, ha fatto si che i Taurisanesi possano quanto meno risparmiare qualcosa. A questa buona notizia se ne aggiunge un’altra non di origine burocratica e amministrativa, bensì politica.

L’Amministrazione Comunale taurisanese ha previsto alcune agevolazioni per venire incontro alle esigenze ed ai bisogni della Cittadinanza taurisanese: “A fronte di questo maggiore costo del servizio, l’Amministrazione sta concedendo una serie di agevolazioni per circa €150.000,00. Questa somma è da distribuire sia tra le utenze domestiche, per un valore di €100.000,00, sia tra le utenze non domestiche, per un valore di €50.000,000. Possiamo dire che grazie a questo intervento straordinario, chiederemo di meno ai cittadini rispetto agli anni precedenti”.

Per poter usufruire di questa agevolazione i beneficiari devono compilare il modulo di domanda predisposto dall’Ufficio Tributi e presentare relativa documentazione entro e non oltre il 15 giugno 2022. I requisiti richiesti sono:

  1. residenza nel Comune di Taurisano e, se extracomunitari, possesso di regolare titolo di presenza sul territorio nazionale, con una attestazione ISEE riferita all’anno 2021 non superiore ad € 20.000,00;
  2. Famiglia residente nel Comune di Taurisano in cui è presente una (o più persone) con disabilità o handicap che abbiano un grado di invalidità non inferiore al 75%;

L’Assessore Francesco Damiano, che ringraziamo per la disponibilità e le esaustive spiegazioni, ha voluto concludere con un appello a tutti: “dobbiamo continuare a conferire i rifiuti sempre in modo migliore, cercando di utilizzare le infrastrutture presenti sul territorio, come ad esempio l’Ecocentro per il conferimento dei rifiuti ingombranti non pericolosi. In questo modo potremmo cercare di creare ulteriori economie per venire in contro alla situazione e ridurre i costi anche per il futuro. Differenziare è un dovere prima di ogni cosa perché ne va di mezzo l’ambiente, e differenziare bene è anche un vantaggio per una Comunità, perché come abbiamo visto si può evitare ogni forma di aumento”.

A tal proposito segnaliamo che sono iniziati i lavori per la costruzione delle quattro isole monoblocco “intelligenti” in quattro differenti punti di Taurisano: una nelle vicinanze della Chiesa Parrocchiale “Maria SS. Ausiliatrice”, una nella Zona Mercatale (vicino il distributore d’acqua), una in C.da San Giovanni e una in Via A. De Pace. Queste isole (di cui ne abbiamo parlato in questo articolo: https://www.taurisano.online/2022/03/16/pnrr-a-taurisano-la-raccolta-differenziata-potra-diventare-intelligente/ )  rappresentano un esempio di gestione intelligente e meccanizzata della raccolta differenziata e la creazione di ulteriori strutture di trattamento dei rifiuti stessi. A questo si aggiunge anche in questi giorni il proseguimento dei lavori per la costruzione del Centro del riuso, “una nuova struttura a disposizione di tutti i Cittadini”.

 

 

Seguici
#adv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.