Vai al contenuto
Home » Luoghi Comuni: la “Montessori” torna ad essere viva

Luoghi Comuni: la “Montessori” torna ad essere viva

Era il 23 novembre 2021 e il Comune di Taurisano con un Open day presso l’edificio scolastico “M. Montessori” di Via Aspromonte, a cui hanno preso parto il Sindaco Luigi Guidano, l’Assessore Quintino Rizzello, l’Assessore Regionale Alessandro Delli Noci e i Dirigenti e Operatori di ARTI PUGLIA, presentava il progetto “Luoghi Comuni”.

#adv

la locandina dell’Open Day

Questa iniziativa della Regione Puglia promossa dalle Politiche Giovanili e dall’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione, appunto, mette in rete giovani ed Enti pubblici finanziando progetti rivolti al territorio e alle comunità, con risorse fino a € 40.000.

I destinatari, le Organizzazioni giovanili del Terzo Settore costituite e con sede in Puglia e i Comuni e gli Enti pubblici, mettono insieme rispettivamente: i primi progetti di innovazione sociale capaci di rispondere ai bisogni delle comunità e del territorio; i secondi il proprio patrimonio sottoutilizzato e spazi immediatamente fruibili e privi di un soggetto gestore.

Il Comune di Taurisano, ci ha spiegato l’Assessore Rizzello, non poteva non raccogliere questa opportunità e candidare l’Edificio Scolastico “Montessori”, per “favorire non solo il dialogo tra Associazioni ed Ente pubblico, ma soprattutto permettere che un bene fosse messo a servizio di tutti, in una nuova veste che non può altro che essere utile, interessante ed efficiente”.

Questa proposta è stata raccolta da “Spazioduepunti”, Associazione di Miggiano che si è aggiudicata la gestione biennale dello spazio scolastico, collaborando con altri partners locali come Associazione Culturale “Nuvole”, l’Associazione artistico-musciale “Officina degli Artisti”, Fattoria Pugliese Diffusa e “Officina di Cultura”.

Sarà “SPAM”, “Scuola Popolare d’Arte e dei Mestieri”, il progetto che animerà i 300 mq candidati dal Comune di Taurisano per ospitare giovani talenti con numerose attività a beneficio di tutta la comunità oltre che dell’Associazione stessa.

L’Assessore Quintino Rizzello

“Siamo molto felici di questa notizia – ha commentato l’Assessore Quintino Rizzello perché un bene comunale torna ad essere utilizzato. Questa può sembrare una semplice notizia, ma leggendo tra le righe sono due gli obiettivi che sono stati raggiunti: in prima battuta il concetto di utilità pubblica che va letto non solo sul fronte del bene pubblico messo a disposizione, ma che questa utilità torna a tutta la cittadinanza con i progetti e servizi che l’Associazione può offrire. In seconda battuta sono cinque le Associazioni che si troveranno a collaborare, per un dialogo tutto all’insegna dell’Associazionismo e della crescita”.

Seguici
#adv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.