Vai al contenuto
Home » Plasticfree: cura della natura a 360 gradi

Plasticfree: cura della natura a 360 gradi

Due Comuni patrocinanti, cinque Associazioni di differenti Paesi e due eventi, che come una matrioska sono uno propedeutico all’altro, ma soprattutto sono legati da un unica direttrice: il rispetto della natura.

#adv

Plasticfree nella giornata di domani darà vita alla sua seconda raccolta, andando a “toccare” non solo il territorio taurisanese, ma anche quello del vicino Comune di Ruffano, allargando il suo raggio di azione e permettendo un dialogo con altre Associazioni di quel Paese che si pongono lo stesso fine, come “Camminando insieme” e le Guardie Ambientali della sezione di Ruffano, oltre ai Gruppi di Volontari “CleanUp” di Presicce-Acquarica, Morciano, Tricase, Alessano e Salve.

la locandina della Raccolta di domani

Il posto scelto per la raccolta dei rifiuti è quello della zona Cucco, a confine tra due Comuni, come ci ha spiegato Emma Schiavano, referente di Taurisano per Plasticfree: “il percorso abbraccia un raggio di 20 km e in particolare coinvolge i due Comuni di Taurisano e Ruffano”.

L’obiettivo della raccolta è sempre quello della precedente, ma con un nuovo posto e ancora più determinazione e voglia di fare per Emma: “questi due posti sono molto caratteristici e meravigliosi, ma purtroppo anche colmi di rifiuti di ogni genere. Parliamo di vere e proprie discariche dove ci sta di tutto e il nostro obiettivo sarà quello di rimuovere i rifiuti da questo percorso destinato alla corsa”.

Già, perché questa pulizia punta a rendere il tutto adeguato per la quarta edizione del “Trial del Crocefisso”, il tradizionale appuntamento sportivo organizzato dal Gruppo podistico “Alba 13” che continua ad essere una gara che fa gola agli sportivi più bravi e punta a diventare mano mano un evento nazionale, prendendosi la giusta importanza che merita.

Rosario Colona del Gruppo podistico “Alba 13”

“Questa tipologia di gara, il Trial, è correre nella natura, sui sentieri naturali della terra. – ha commentato Rosario Colona del gruppo podistico e tra gli organizzatori del Trial – Allenandoci in quella zona già da tempo avevamo notato i numerosi rifiuti depositati, ma grazie all’appoggio fondamentale di tutte queste persone che hanno a cuore l’ambiente siamo riusciti per questa domenica, ad organizzare un mega raduno di associazioni, con una cinquantina di persone stimate, che andranno a pulire tutto questo territorio”.
Alla fine, correre è pur sempre rispettare la natura il propio corpo per Rosario, come entrare in un rapporto simbiotico con l’ambiente che ti abbraccia e ti porta a guardare sempre di più con occhi diversi: “mentre corri, mentre vai a fare Trial, ti accorgi di quanto di quanto ti serva una natura pulita, ma soprattutto scopri tante cose nuove, tanti angoli che nemmeno conosci è molto spesso non puoi fare a meno di respirare bellezza”.

In quella zona non si respira solo bellezza, secondo il Vicesindaco del Comune di Ruffano Franco De Vitis: “La zona che ospiterà l’evento del Trial si trova al confine con i quattro Comuni di Taurisano, Ruffano, Casarano e Ugento. Molto spesso queste zone di confine sono “zone franche”, e diventano oggetto di abbandono facile di rifiuti. Per noi significano molto di più, perché sono storia, cultura, e con questi eventi anche di scambio e di dialogo”.

Il Vicesindaco del Comune di Ruffano, Franco De Vitis

Un Comune, quello ruffanese, che ha caro il tema dell’ambiente e che non poteva non dare il suo patrocinio all’evento: “L’ambiente è sempre uno dei punti fondamentali della nostra Amministrazione. Abbiamo avuto dei finanziamenti per quanto riguarda la pulizia delle periferie, finanziati dalla Regione Puglia, e uno per quanto riguarda la bonifica dell’amianto sul territorio comunale. Con orgoglio possiamo dire di aver eliminato 76.000 chili di amianto da Ruffano.
Inoltre, stiamo bonificando un’area che è a confine con la vostra Taurisano, zona Santa Teresa, dove c’era una discarica funzionate per oltre 40 anni con rifiuti di ogni genere, pericolosi e non. Ben presto diventerà un dogpark, a cui si aggiungerà un canile sanitario e un rifugio per lo stallo momentaneo di randagi che vengono raccolti nel Paese”.

Non sono mancati i ringraziamenti per l’Amministrazione Comunale Taurisanese da parte degli organizzatori dell’evento, in particolare al Vicesindaco Sonia Santoro, all’Assessore di competenza Francesco Damiano e all’Assessore Quintino Rizzello, che hanno preso parte personalmente e fattivamente all’organizzazione delle evento.

Quest’evento si inserisce perfettamente nel percorso che il Comune di Taurisano sta perseguendo e che mira a mettere sempre di più al centro l’ambiente, puntando anche ad una maggiore informazione ed educazione per tutta la cittadinanza, e questi eventi ne sono l’esempio.

Seguici
#adv

1 commento su “Plasticfree: cura della natura a 360 gradi”

  1. È una iniziativa molto importante per l’ambiente ed è un sempio per arrivare alle coscienze di ogni cittadino e per migliorare i nostri comportamenti nei confronti della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.