Vai al contenuto
Home » Giocattoli si, in movimento no

Giocattoli si, in movimento no

Anche Taurisano, a partire dal 2019, venne coinvolta in “Giocattoli in Movimento”, un’iniziativa su scala nazionale che voleva educare le fasce più giovani della popolazione al riuso e al riciclo dei giochi.

#adv

“Ogni genitore o bambino può portare agli stand due giocattoli o due libri e in cambio può prendere un giocattolo o un libro. E’ un modo per rimettere in circolo giocattoli tra virgolette “vecchi” anche se in realtà sono nuovissimi”, con queste parole Vittorio Ciurlia, ex Consigliere Comunale nella precedente legislatura spiegava sui social e con locandine sparse nel paese l’iniziativa che, a Taurisano, aveva anche un altro obiettivo: una raccolta fondi per poter comperare dei giochi all’aperto da installare nelle scuole taurisanesi a vantaggio di tutti gli studenti.

E subito partì la macchina organizzativa: il Consigliere con i volontari del suo gruppo politico ogni domenica erano presenti nelle piazze taurisanesi e vari punti più importanti della città con uno stand per raccogliere i giocattoli inusati e accettare offerte per comperare quelli all’aperto.

Ma come si è conclusa questa esperienza?

La cosa più bella è poter condividere questi giocattoli non utilizzati e fare in modo che tanti bambini possano essere felici” con queste parole l’ex Consigliere Ciurlia spiegava l’iniziativa della raccolta dei giochi “domestici” dei bambini, felicità che è riuscito a procurare ai bambini meno fortunati, portando a compimento questa parte dell’iniziativa.

Con un post Facebook del 28 febbraio 2019 l’allora Consigliere annunciava di aver quasi concluso la consegna di questi giochi ai bambini meno fortunati, con l’ausilio di assistenti sociali e sacerdoti.

Per quanto riguarda la seconda parte, quella della raccolta fondi per l’acquisto di giochi all’aperto da installare per i bambini taurisanesi, raccolta che con impegno aveva raggiunto anche Milano, con un post Facebook del 20 settembre 2020 veniva annunciata l’apertura dei tre salvadanai e il deposito immediato (avvenuto il 16 settembre 2020) presso la posta della somma raccolta di €1630.

 

Nel Consiglio Comunale del 27 febbraio 2021 l’ex Consigliere Vittorio Ciurlia comunicò che dopo questa bellissima iniziava erano stati comperati i giochi, inizialmente uno per ogni plesso, ma “la situazione contingente, sentito l’ufficio tecnico, ci obbliga ad una scelta differente. Per il “Lopez”, come sappiamo, è già previsto un importante finanziamento (che prevede anche l’installazione di giochi all’esterno), l’edificio “Aldo Sabato” è temporaneo e, per tale ragione, non avrebbe senso installare nulla. L’unico plesso per cui non si prevede all’orizzonte alcun cambio di destinazione sembrerebbe essere il “Collodi”. Per tale ragione, vorremmo che i giochi venissero installati in quest’ultimo plesso”, e ripeteva questo in una lettera datata 29 Marzo 2021, indirizzata all’Amministrazione Comunale con cui sollecitava, tra l’altro, all’installazione dei giochi frutto dell’iniziativa, giochi che erano già stati acquisiti dal Comune.

La conclusione di questa storia è amara. Sappiamo per certo, e il prof. Vittorio Ciurlia ce l’ha confermato che il Comune ha la disponibilità immediata di questi giochi e può provvedere all’installazione appena possibile, in quanto i giochi sono già comperati e sono frutto di tutto il lavoro che i volontari nelle piazze hanno svolto con la raccolta negli anni scorsi.

“Giocattoli in Movimento” è un sogno, che grazie al sacrificio di molti è diventato realtà e i tempi della “burocrazia” sono diventato il lucchetto di quel cassetto che per ora lo tiene chiuso. Vi terremo aggiornati.

Seguici
#adv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.